Che durata ha la vita di un’automobile?

L’acquisto di una nuova automobile è sempre un momento emozionante. Presto però iniziano le preoccupazioni: quanto durerà? Quanto spesso bisognerà ripararla? Parlare di durata di un’auto tuttavia può essere fuorviante e sarebbe forse meglio concentrarsi sulla durata di ogni singola componente meccanica. In effetti, se alcune sono molto durature, altre notoriamente sono molto delicate e potrebbero necessitare frequenti sostituzioni.

manutenzione automobile

Dover sostituire alcune parti dell’auto nel corso della vita del veicolo non è poi così raro: tra incidenti, distrazioni dannose e rotture imprevedibili, un’auto vecchiotta sarà sempre costituita da una buona percentuale di pezzi di ricambio montati nel tempo. Del resto, con la manutenzione costante e uno stile di guida che non la sforza troppo, la longevità di un’auto può essere estesa di molto, a patto però di sapere cambiare i pezzi usurati prima che producano rotture irreparabili.

Chi è abituato al fai-da-te sa che a volte sostituire dei pezzi può essere fatto a basso costo, se si ha buona manualità, esperienza e voglia di sporcarsi le mani. Tuttavia, a volte le riparazioni necessarie possono essere molto costose, al punto da rendere più conveniente l’acquisto di un’altra automobile. Sono tutti interrogativi che ci si pone quando si acquista una nuova auto; tuttavia, rispondere quanto può durare un’auto è praticamente impossibile, poiché troppo dipende dalla qualità delle singole componenti, dallo stile di guida, dal singolo modello di automobile, che può avere i suoi punti deboli ben noti agli automobilisti più esperti.

Come si può mantenere l’automobile in attività il più a lungo possibile

Se siete lettori di Topolino, ma anche appassionati automobilisti, conoscerete sicuramente il simbolo della longevità automobilistica: la vecchia 313 di Paperino, che malgrado rotture varie ed eventuali riesce sempre a essere riparata, e torna come nuova ad ogni nuova storia. Quanti dei vostri amici del resto si vantano del loro “macinino”, magari vecchio ma con centinaia di migliaia di chilometri alle spalle fedelmente percorsi?

Non è poi così raro vedere automobili che hanno anche più di dieci anni di attività. Tuttavia, per arrivare a far durare l’auto così tanto, esiste solo una regola: la manutenzione. Sostituire le componenti dell’auto ad ogni allarmante segno di usura, prevenendo cedimenti e rotture, è la cosa più salutare che si possa fare per il proprio veicolo. Ovviamente va rispettato il programma di revisione periodica del motore, del resto obbligatoria; ma revisioni a parte, controllare frequentemente lo stato dell’auto è l’unica maniera di tenerla in vita a lungo.

aspettativa di vita di un'automobile

Quali componenti tenere d’occhio?

È noto che alcune componenti possono andare incontro all’usura molto più rapidamente delle altre. Pertanto, andrebbe prestata particolare attenzione a questi pezzi, che quando sono troppo usurati possono scatenare rotture a reazione estremamente dannose. Ovviamente bisogna controllare gli pneumatici, ma anche tutti gli altri componenti in gomma più piccoli e a volte un po’ nascosti come le guarnizioni e i tubicini interni in gomma.

Un altro materiale che si usura in fretta è la plastica: per cui, occhio agli elementi in plastica presenti nel vano motore e nell’abitacolo. La carrozzeria è spesso trascurata, ingiustamente, perché oltre ad essere un elemento estetico è molto importante anche per la buona tenuta generale dell’auto. Infine, elementi che possono deteriorarsi e che vanno tenuti sotto controllo sono le pastiglie dei freni, i filtri dell’aria e dell’olio, le candele d’accensione, la batteria e il regolatore di tensione.

Sull'Autore