I comportamenti irritanti degli automobilisti sulla strada delle vacanze

automobilisti estate

Ricordate Vittorio Gassman nel Sorpasso? Il suo colpo di clacson è diventato quasi un emblema degli anni del boom economico. Lanciato sulla sua Lancia Aurelio, il personaggio interpretato da Gassman viaggiava lungo le strade delle vacanze estive, passando di sorpasso in sorpasso, di clacsonata in clacsonata. Per le vostre vacanze, tuttavia, meglio non prendere ispirazione dal film di Dino Risi: sorpassi non necessari con suonata di clacson non sono proprio un comportamento educato, e possono irritare, a buon ragione, gli altri automobilisti.

Sin da quando è stata inventata l’automobile, si è pensato alla necessità di un segnalatore acustico. Negli anni pionieristici, erano state adottate soluzioni svariate: trombe a pera, campane, sirene. Tuttavia nel 1908 un inventore statunitense, Miller Reese Hutchinson, ideò un nuovo tipo di segnalatore elettromeccanico che, commercializzato in seguito dall’azienda Klaxon di Newark, divenne rapidamente lo standard negli Stati Uniti e nel mondo. In Italia il “clacson” arrivò nel 1923: il suo nome è ovviamente un’italianizzazione del nome originale dell’azienda che per primo lo produsse.

automobilista estate

Alla fine degli anni Venti, il 90% delle automobili statunitensi e tre quarti di quelle europee era dotata di clacson. Sebbene il clacson sia indispensabile per segnalare il passaggio dell’auto, specie in situazioni potenzialmente pericolose per altri veicoli o per i pedoni, spesso gli automobilisti ne abusano. Pertanto, il suo uso è regolamentato dal codice stradale.

Quando usare il clacson

Molti automobilisti amano usare il clacson in modo indistinto. Quante volte vi è capitato per esempio di essere in coda, e ad un tratto sentire iniziare un vero e proprio concerto di clacson, come se clacsonare potesse far sparire, per magia, l’incolonnamento? Se state andando verso un luogo di villeggiatura, è probabile che ci arriverete, oltre che in ritardo, anche con l’emicrania. Eppure il codice stradale è chiaro: il clacson “deve essere usato con la massima moderazione e solamente ai fini della sicurezza stradale”. Le multe previste per chi sgarra vanno dai 41 ai 168€. Senza contare il fatto che spesso l’uso maleducato e indiscriminato del clacson può risvegliare l’aggressività degli altri automobilisti: in Italia ogni anno ci sono numerose liti stradali per futili motivi, che sfociano anche in aggressioni fisiche con tanto di lesioni gravi. Nel solo 2013 si sono registrati 143 episodi gravi, e addirittura cinque morti: segno che a volte il suono del clacson è il preludio a un’escalation insensata di violenza.

Cambiare il clacson

Nella vecchia serie TV Hazzard, il clacson dell’auto dei protagonisti, la General Lee (une Dodge Charger del 1969), suonava la melodia dell’inno degli Stati Confederati d’America. Senza arrivare a voler montare un clacson che suoni la Cucaracha, come le trombette da stadio (cosa del resto non omologata), è necessario a volte dover sostituire il proprio clacson, perché suona più basso del normale, o perché non suona affatto. Se hai bisogno di acquistare un clacson perché il tuo non funziona più, scopri Mister-Auto, una vasta selezione di clacson indipendentemente dal modello o dalla marca del veicolo.

Sull'Autore