I pezzi essenziali per la tenuta della testata motore

Quando il motore si surriscalda, tra i vari problemi che potrebbero insorgere c’è la bruciatura della guarnizione della testata. La guarnizione serve soprattutto ad evitare che l’olio entri in contatto con l’acqua: se rovinata, potrebbe causare danni molto gravi al motore. Come fare per accorgersi di un’eventuale deterioramento? É possibile installare la nuova guarnizione da soli?

Quando il motore si surriscalda, potrebbe diventare necessario installare una guarnizione nuova della testata, sostituendo quella danneggiata. Che cos’è una guarnizione? La guarnizione statica è un elemento essenziale della tenuta meccanica di un motore: interponendosi tra le superfici piane di due pezzi uniti tra di loro, impedisce la perdita di liquidi o gas. La guarnizione della testata motore, si interpone tra cilindro e testata, evitando così che l’olio, il liquido refrigerante e i fumi di combustione vadano a contatto tra di loro. La guarnizione racchiude anche il movimento dei pistoni: è il vero e proprio “cuore” del motore ed è molto importante verificare che non sia bruciata.

21807418_m

Verificare lo stato della guarnizione

Prima di imparare a installare una guarnizione nuova, è importante capire come verificare se la guarnizione della testata è effettivamente bruciata. Sebbene la guarnizione sia solitamente fatta, di ghisa per resistere alle alte temperature del motore, si può bruciare a causa di difetti di fabbrica, di usura, o di temperature eccessivamente alte. Nel peggiore dei casi, la bruciatura della guarnizione può mandare in blocco l’intero motore dell’auto, che quindi dovrà essere sostituito per intero; anche per questo, una verifica regolare dello stato della guarnizione può evitare danni economici molto ingenti.

I sintomi di una guarnizione bruciata possono essere numerosi, ma il principale è sicuramente un innalzamento anomalo della temperatura dell’acqua. In questo caso, aprite il cofano e verificate che non siano presenti gocce di olio. Se queste sono presenti, infatti, è probabile che siano state provocate dall’eccessiva pressione causata dalla guarnizione danneggiata. Anche la presenza di olio nella vaschetta d’espansione dell’acqua è un segno inequivocabile di una guarnizione bruciata. Il controllo opposto è anche valido: se nell’olio ci sono tracce di acqua, è un segno preoccupante, così come quando l’auto consuma troppo olio motore.

Installare una nuova guarnizione

Se i sintomi sono quelli sopra descritti, la cosa migliore da fare è sostituire subito la guarnizione: essendo un elemento vitale per la tenuta del motore, trascurarne l’usura potrebbe portare a danni irrimediabili. È possibile sostituire la guarnizione da soli, ma si tratta di un’operazione delicata e piuttosto difficile, che richiede esperienza meccanica e ottima manualità. Solo per poter verificare il danno si tratta di smontare un gran numero di elementi del motore e ricordarsi le corrette posizioni di tutti gli elementi è essenziale, si consiglia di far eseguire questa operazione solo a chi è davvero esperto.

11144986_m

Dopo aver smontato tutto, e aver separato la testata dai cilindri, è comunque necessario un passaggio in officina per la rettifica e per farsi cambiare i gommini delle valvole. Volendo avventurarvi nel montaggio di una nuova guarnizione, avrete bisogno di attrezzi specifici, come la chiave dinamometrica e dovrete anche effettuare delle operazioni molto delicate, come lo spurgo del liquido di raffreddamento, se fatto male, potrebbe bruciare nuovamente la guarnizione. In conclusione, se volete installare da soli la guarnizione, dotatevi di tutti gli attrezzi e di guide molto dettagliate; altrimenti, potrebbe non essere una cattiva idea farlo fare direttamente a un’officina di vostra fiducia.

Sull'Autore