Alfa Romeo, la nuova Giulia

All’inizio di ottobre, sulla pagina Facebook di Alfa Romeo USA è stato pubblicato questo post: “Provate a frenare la vostra eccitazione. La nuova Giulia Quadrifoglio arriva a inizio 2016”. L’annuncio, quasi ufficiale, della Casa del Biscione conferma le voci che si sono rincorse su tutti i principali siti dedicati ai motori. Cosa sappiamo, per ora, della nuova Giulia?

alfa romeo

Ad oggi solo poche foto sono circolate della Giulia, le più recenti sono quelle inedite del suo posteriore. Non stiamo parlando di una bella ragazza, ma del nuovo modello dell’Alfa Romeo, con cui la casa cerca di rilanciarsi. La berlina di segmento D che sta facendo salire le attese degli appassionati di motori è solo la prima mossa di quella che si preannuncia come una rivoluzione in Alfa Romeo, brand che Marchionne vorrebbe fortemente rilanciare, con l’obiettivo di raggiungere le 400.000 immatricolazioni entro il 2018. Il nuovo corso vedrà nel 2016 il restyling di due modelli iconici della Casa, la Giulietta e la MiTo, nonché l’arrivo del primo SUV Alfa Romeo.

Prime indiscrezioni

Secondo le ultime indiscrezioni, la nuova Giulia dovrebbe entrare in produzione a inizio novembre negli stabilimenti di Cassino. La presentazione ufficiale è attesa per il Salone dell’Auto di Ginevra, a marzo 2016, almeno per quanto riguarda la versione “normale”: il top di gamma, la sportiva Quadrifoglio Verde, potrebbe essere pronta per il mercato americano già a febbraio; secondo alcune fonti ben informate, dovrebbe essere possibile prenotarla già entro la fine dell’anno. La “Launch Edition”, che ha realizzato il giro record al Nurburgring, dovrebbe costare circa 95.000 euro, mentre si parla di 79.000 euro per la versione base della Quadrifoglio Verde. Non è stato ancora reso noto invece il prezzo della versione normale, ma si pensa che una cifra plausibile sia tra i 33.000 e i 40.000 euro.

Immensamente Giulia

alfa romeo

La versione standard della Giulia, dalle foto che stanno iniziando a trapelare, sembra avere un design più semplice ed elegante rispetto alla versione sportiva Quadrifoglio Verde. L’estrattore sarà più piccolo, mentre lo spoiler in carbonio sopra il baule, presente sulla versione sportiva, sembra essere totalmente assente in quella normale. La stampa ha anche riferito una notizia abbastanza curiosa: alcuni pezzi montati sui prototipi della Giulia sarebbero stati fabbricati a partire dalla stampa 3D, tecnologia di cui si parla da anni, ma che pare stia per invadere con forza il mondo dei motori. Forse in futuro si potranno fabbricare i propri pezzi di ricambio da casa, o personalizzare la propria auto grazie alla propria stampante. Per ora, per chi non ha una stampante 3D ma preferisce affidarsi ai buoni vecchi metodi per quanto riguarda i pezzi di ricambio, ricordate che Mister-Auto vi propone una larga scelta di pezzi di ricambio per la vostra Alfa Romeo. Consultate sin da ora più di 300.000 referenze nel nostro catalogo di pezzi di ricambio, per tutte le marche e per tutti i modelli d’auto. Per qualsiasi domanda, contattate il nostro servizio clienti e beneficiate per tutto l’anno di pezzi di ricambio ai prezzi migliori.

Sull'Autore